Il museo, che ha sede all’interno dell’Ex Foro Boario, splendida struttura rurale del 1928 destinata alla contrattazione del bestiame, accompagna il visitatore lungo un viaggio ideale alla scoperta della storia, delle tecniche e delle tradizioni legate al re dei salumi italiani: sua altezza il Prosciutto di Parma. Il percorso espositivo, organizzato in otto sezioni, inizia descrivendo l’agricoltura parmense, passa poi a illustrare le diverse razze suine utilizzate, per giungere infine ad esporre documenti storici e antichi oggetti impiegati da generazioni di norcini per la lavorazione delle carni.